Gorrara Yvonne

Insegnante Danza Orientale

Il suo percorso artistico inizia studiando flauto traverso e pianoforte presso la Scuola di Musica di Milano all’età di tredici anni. Alla fine degli anni Ottanta, dopo essersi diplomata con 56/60 all’Istituto Magistrale Europa Unita, si avvicina alla danza orientale e nel 1990 è scelta da Irene Borg, del Club Magica, per entrare nel gruppo professionale della scuola. In quegli anni partecipa al video musicale di Eugenio Bennato e Bo Diddley: “Here comes Bo Diddley” e lavora intensamente come ballerina, prima come parte della compagnia, poi come solista. In tutti gli anni della collaborazione con il Club Magica, insieme agli studi di filosofia, continua l’approfondimento stilistico e tecnico con i maestri esterni alla scuola che in quel periodo approdavano a Milano (Catrine Ruilet, Zaza Hassan, Yousry Sharif, Leila Haddad), tutte queste esperienze contribuiscono alla formazione che dal 1993 sfocia nell’insegnamento.

Nel 1992, dopo numerosi viaggi e una crescente passione, comincia ad approfondire il mondo delle danze tradizionali e popolari della Grecia: frequenta il Teatro di Dora Stratou ad Atene, collabora con Dimitris Lianostathis (maestro e primo danzatore del teatro), e fa parte dell’Ensemble di Takis Kunelis. Questa esperienza le consente di sviluppare sensibilità e attenzione nel rapporto che lega danzatori e musicisti e le sarà di grande utilità nell’ambito della danza orientale.

Dal 1996 al 1999 insegna per la Comunità Ellenica di Milano. Negli stessi anni pubblica insieme a Takis Kunelis cinque articoli sulle danze e le musiche tradizionali della Grecia per la rivista specializzata FolkBullettin e partecipa alla trasmissione di Radio Popolare “La sacca del diavolo” condotta da Giancarlo Nostrini. Collabora con la scuola Strauss di Milano e con Mediterranea danza e Arti, nel 2002 viene invitata in Francia al festival “Violon traditionnel” per l’insegnamento delle danze greche e collabora con Takis Kunelis e con il virtuoso violinista Kyriakos Gouventas.

Nel 2003 incontra il coreografo egiziano Ashraf Hassan. L’acquisizione dello stile veloce e raffinato di Ashraf, la sua approvazione e la conseguente collaborazione che ne nasce segna una svolta, e diventa, insieme al costante aggiornamento al Cairo, una straordinaria occasione di arricchimento professionale.

Nel 2007 comincia a studiare lo stile e la tecnica Reda, unica forma di danza riconosciuta dallo Stato Egiziano come espressione della propria cultura e tradizione, con lo stesso Mahmoud Reda al Cairo. Indimenticabili i momenti passati nel suo studio, i suoi insegnamenti, e le lezioni con Farida Fahmi e Faruk Mustafa. La formazione con il grande maestro continua fino al 2012 ed è assolutamente un elemento stilistico fondamentale e irrinunciabile.

Nel marzo 2010 invita il M° Reda a Milano e produce il suo primo spettacolo di danza orientale: “Oriente Orientalismi – Uno spettacolo per Mahmoud Reda”; nello stesso anno presenta a Ginevra per il festival Balkanique, lo spettacolo “Cafè Aman” nato nel 2008 dalla collaborazione con Takis Kunelis e i musicisti del Pergamos Project e messo in scena al Teatro Guanella di Milano.

Nel Marzo 2011, al teatro Out Off di Milano, produce, “Rendez-vou Oriental” con la partecipazione straordinaria della splendida danzatrice Lulù Sabongi. Lo spettacolo è stato richiesto e replicato al Teatro Tenda di Barzanò a Giugno 2011.

Nel Gennaio 2013 viene scritturata dal teatro No’hma di Teresa Pomodoro per lo spettacolo “Marrakush – Marrakech Città Imperiale” con la musica dal vivo dell’ensemble Allayali e l’attore Abderrahim Abdul El Hadiri.

Sharqiatfest, l’ultimo progetto sulle musiche e le danze del Mediterraneo Orientale, in collaborazione con il polistrumentista Takis Kunelis, è arrivato quest’anno alla sua terza edizione. In questi anni abbiamo avuto ospiti del calibro di Adel Shams El Din, Sameh Sidhom, Kyriakos Gouventas, Haris Lambrakis e Vanghelis Paschalidis.

L’insegnamento, che dalla fine degli anni ’90, costituisce la principale attività professionale s’intensifica fino a costituire una “scuola virtuale” che trova riscontro pratico nei percorsi formativi e di approfondimento organizzati per i suoi corsi di danza orientale e nei saggi di fine anno.

Facendo lavorare insieme le allieve di tutti i corsi e di tutte le scuole, Yvonne dal 2001 organizza, a conclusione dell’anno scolastico, una performance teatrale di sola danza orientale. Da menzionare, i gloriosi saggi al mitico Rolling Stone di Milano, dal 2003 al 2007, e quelli più eleganti, dal 2009 al 2014, al Teatro Manzoni di Milano.

Fra le opportunità di studio proposte alle allieve, una costante è il lavoro con la musica dal vivo, punto focale della sua attività didattica; sono perciò da ricordare i seminari residenziali a Miri Piri, gli stage nell’ambito di Sharqiatfest e le lezioni durante i corsi con l’accompagnamento delle percussioni.

Come interprete ed insegnante ama il gioco di alternanze che la musica orientale invita a ricercare combinando fluidità e movimento isolato, il dinamismo dello stile Reda, il virtuosismo e la velocità della moderna danza egiziana e la spontanea espressività imparata dalle danze tradizionali. Punto fermo d’ispirazione rimane la tradizione egiziana con la sua musica e il suo modo d’interpretarla nella danza.

L’attenzione verso il corpo sviluppata durante i molti anni d’insegnamento ha aperto pian piano la strada a nuovi interessi e nuovi studi che hanno trovato giusta collocazione nella formazione al metodo Meziere-Bertelè.

 

Fra le esperienze più importanti di spettacolo nell’ambito della danza orientale:

Partecipazione al video di Eugenio Bennato e Bo Diddley: “Here comes Bo Diddley” / 1992

“Danza Multiforme” – in collaborazione con Franca Sacchi

ai Magazzini Tribasei / Milano 1993

Casinò di San Remo / 1993

Casinò di St Vincent / 1993

Centro Congressi Salsomaggiore Terme / 1994

“I chakra nella danza del ventre” – conferenza spettacolo

in collaborazione con Clan Canaletto / Lecco 1995

“Festa dei popoli” organizzata da Lega ambiente

e Ass. F.lli Marx / Limbiate (Mi) 1999

Spettacolo teatrale “Salomè” di Oscar Wilde per la regia

di Gianni Morabito – Teatro Villoresi / Monza 2000

 

“OMBRE – idee e forme fra opacità e luce” Spazioarte / Sesto S.Giovanni (MI) 2001

“La Saracinesca d’Oro” condotta da Michele Cucuzza / Casinò di Campione d’Italia 2001

Sfilata di moda per la boutique “Regine” presentata

da Marco Predolin al Teatro Manzoni / Monza 2002

“Miss Copertina 2002” selezioni per Miss Italia alla Villa Zorn / Sesto S.Giovanni (MI) 2002

Cinema Teatro Metropolis – spettacolo in occasione della proiezione del film “Satin Rouge” / Paderno Dugnano (MI) 2004

“Messaggi e Fitness” a cura di Ritazen allo spazio Web delle Messaggerie Musicali / Milano 2004

“La dolce vita” – serata presentata da Giorgio Mastrota al “Golf Club Lecco” / Lecco – 9/2005

Spazio Tadini – Milano – 11/2005

“Miss Italia” / finali regionali Lombardia – serata presentata da Giorgio Mastrota c/o Villa del Bono – Cremella (LC) – 6/2006

“Echi Celtici” / Villaggio Verde – Cavallirio (NO) – 9/2006

Serata per l’anteprima della nuova VW Touareg – Desio (MI) – 2/2007

“Zagharid e dintorni” / ContaminAZIONI MEDITERRANEE – Teatro delle Erbe / Milano – 6/2007

Festival Itinerari Folk / Trento -7/2008

“Oriente Orientalismi – Uno spettacolo per Mahmoud Reda” / Teatro Guanella / Milano – 3/2010

“Balkaniques” musiques aux portes de l’Orient / Teatro Alhambra / Ginevra – 9/2010

“Cafè Aman” / Teatro Guanella / Milano – 11/2010

“Oriental Power 2011” / Asamtheater / Freising – 1/2011

“Rendez-vous Oriental” / Teatro Out Off / Milano – 3/2011

“Belly Balla” / Teatro di Mordano / Imola – 4/2011

“Racconti dall’Egitto” / Tetro Bì / Milano – 3/2012

“Marrakush – Marrakech città imperiale” /Spazio No’hma/ Milano – 1/2013

“Sharqiatfest” musiche e danze del Mediterraneo Orientale / Spazio Teatro 89/ Milano 5/2015

“Sharqiatfest 2°ed” musiche e danze del Mediterraneo Orientale / Spazio Teatro 89/ Milano 4/2016

“Sharqiatfest 3°ed” musiche e danze del Mediterraneo Orientale / Spazio Teatro 89/ Milano 4/2017